Tu sei qui

Un interessante incontro con ADMO

Il giorno 7 novembre scorso, le classi quinte del nostro Istituto hanno assistito alla conferenza di ADMO, associazione che cerca di sensibilizzare le persone alla donazione del midollo osseo. Sono state 2 ore molto interessanti, iniziate con una breve introduzione scientifica sulle modalità di donazione, sulla compatibilità tra i due individui, sulle problematiche del rigetto, insomma un breve excursus su ciò che occorre sapere su questo argomento. L’attenzione poi è stata catturata da due testimoni che  hanno raccontato le due facce di questo meraviglioso atto di bontà. Uno infatti ha ricevuto il midollo e grazie a questo è guarito e ha potuto vedere le sue figlie crescere, l’altro invece, lo ha donato. Sono stati due racconti ugualmente emozionanti per i bellissimi messaggi che ci hanno trasmesso, entrambi i protagonisti hanno dimostrato gratitudine verso la vita, uno perché l’ aveva riacquistata e l’altro perché l’aveva ridonata. La frase più toccante che è stata detta, a mio parere, è stata quella del donatore: "Quel giorno qualcosa è cambiato, da quell'anno in poi io festeggio due compleanni", come se una parte di sé fosse rinata in un’ altra persona che ora può vivere serenamente. L'incontro è terminato con una domanda molto significativa "Perché non noi?". Perché non potremo essere proprio noi donatori? E’ così che siamo stati invitati a riflettere sul nostro potenziale contributo per migliorare la vita di un’altra persona.

Paola Delucia, V AFM